RASRegione Autonoma della Sardegna

Comune di Domusnovas
Provincia del Sud Sardegna

Seguici su

Bandi di gara e contratti

COMUNE DI DOMUSNOVAS
BANDO DI GARA PER IL SERVIZIO DI IGIENE URBANA ED AMBIENTALE PERIODO 2014 - 2018

CIG 550111715C
Dettaglio
Stazione appaltante
COMUNE DI DOMUSNOVAS
Codice fiscale SA
00483310926
Sede di gara
PIAZZA CADUTI DI NASSIRYA , 1 DOMUSNOVAS (CI)
Importo
2.068.181,80€
Tipo importo
A base asta
Data pubblicazione/affidamento
18/12/2013
Data scadenza
18/02/2014
Tipo contratto
Servizi
Tipo amministrazione
Comuni
CPV
[90511100-3] Servizi Di Raccolta Di Rifiuti Solidi Urbani
Scelta del contraente
PROCEDURA APERTA
Criterio aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa
Pubbl. bando
Pubblicazione n. 861 del 2013
Allegati
Descrizione
AVVISO- BANDO DI GARA PER IL SERVIZIO DI IGIENE URBANA ED AMBIENTALE PERIODO 2014 - 2018
AVVISO.pdf
Capitolato Speciale Appalto
Capitolato Speciale Appalto.pdf
Disciplinare di gara
Disciplinare di gara.pdf
DUVRI
DUVRI.pdf
Modelli
Modelli.pdf
Relazione
Relazione.pdf
Schema di contratto
Schema contratto.pdf
Tav. 1 Inquadramento Territoriale
Tav. 1 Inquadramento Territoriale.pdf
Tav. 2 Planimetria centro Urbano
Tav. 2 Planimetria centro Urbano.pdf
Tav. 3 Ecocentro
Tav. 3 Ecocentro.pdf
AVVISO DIFFERIMENTO SEDUTA DI GARA
Prot_Arr 0002519 del 14-02-2014 - Documento.PDF
Referente
Ufficio
Ufficio Tecnico lavori Pubblici
Responsabile
Ing. Elsa Ersilia Ghiani
Telefono
078170771 - 07811860929
Fax
078172368
Email
istituzione@comune.domusnovas.ci.it - comune.domusnovas@pec.it
Comunicazioni

RISPOSTE ALLE FAQ
 
Bando di gara - Procedura aperta
“Servizi Di Igiene Urbana ed Ambientale – 2014/2018”.

 

_____________________________________________________________________________________________________

Domanda n. 1

 
Nel disciplinare di gara, all’articolo 1.5 “Reauisiti di partecipazione per l’imprenditore esecutore del servizio”, al punto 1.5.2 “Requisiti di capacità tecnico professionale dell’impresa” alla lettera f-bis), viene richiesto di avere in ruolo a tempo indeterminato, o con contratto di durata superiore a 36 mesi, la gestione di centri di raccolta (Ecocentro). Si richiede specifica della modalità con la quale si deve dimostrare tale requisito e del tipo di documentazione da produrre a riguardo.
 

RISPOSTA 1

Tale requisito potrà essere dimostrato mediante la produzione di apposito contratto d’appalto o documentazione equipollente atta a dimostrare quanto richiesto. In prima istanza, tuttavia, potrà  essere autocertificato quanto richiesto, ai sensi  del D.P.R. 445/2000 e ss.mm.ii.
 

_____________________________________________________________________________________________________
 
Domanda n. 2

 

 
La scrivente impresa, operante da anni nel settore degli appalti pubblici di igiene urbana, poiché interessata a partecipare alla procedura di cui all’oggetto, ha valutato che, in caso di partecipazione, la redazione dell’offerta comporterà, in termini finanziari, un rilevante impegno economico. Pertanto al fine di poter sviluppare la propria offerta facendo riferimento a dati ufficiali, la scrivente società chiede, a codesta stazione appaltante, le seguenti informazioni complementari, segnatamente:
·     Copia del regolamento di gestione della TARSU/TARES;
·     Copia autorizzazione all’esercizio dell’ecocentro comunale con elenco dei CER ammissibili;
·     Elenco utenze specifiche : artigianali, industriali, commerciali, turistiche e ricettive, ripartite per tipologia, riportante l’indicazione della superficie e della dislocazione;
·     Numero dei nuclei familiari suddivisi per via;
·     Elenco dei condomini ripartiti per numero di unità abitative;
·     Delibera di approvazione dei documenti di gara;
·     Conto economico finanziario a giustificazione dell’importo posto a base di gara;
·     Tipologia dei contenitori domiciliari già in dotazione dell’utenza per ciascun rifiuto;
·     Numero di utenze svantaggiate rilevate ufficialmente dai servizi sociali;
si richiede inoltre un elenco esaustivo comprendente i dati relativi all’impresa attualmente incaricata del servizio ed al personale ivi impiegato, in particolare per ogni singolo addetto, integrare per ciascun addetto quanto già riportato nella vs. relazione tecnica:
·     Data di assunzione;
·     Indicazione di eventuali lavoratori beneficiari delle agevolazioni previste dalla L. 104/1992 e di dipendenti assunti ai sensi della L.68/1999;
·     Indicazione di eventuali lavoratori appartenenti a categorie protette;
·     Anzianità nel livello parametrale B;
·     Indicazione di eventuali iscrizioni dei lavoratori ai fondi di previdenza complementare.
Si precisa che i dati riguardanti il personale attualmente impiegato, atteso quanto disposto dall’art. 6 del C.C.N.L. di categoria, che prevede obbligatoriamente il passaggio diretto dei lavoratori dell’impresa cessante all’impresa subentrante agli stessi patti e condizioni, si rendono assolutamente indispensabili per poter procedere ad una corretta formulazione della ns. offerta tecnico – economica.
 

RISPOSTA 2

In riscontro a quanto sopra:
·     Si allega copia del regolamento di gestione della TARES;
·    Si allega Copia Iscrizione n. CA04555 (prot. 11590/2012 del 24.08.2012 – Albo Nazionale Gestori Ambientali Allegato n.1 – elenco tipologie rifiuti conferibili presso l’Ecocentro,  e copia del regolamento per la gestione dell’Ecocentro Comunale, approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 14.02.2012;
·    Si allega il file dalla quale si può evincere le utenze specifiche : artigianali, industriali, commerciali, turistiche e ricettive, ripartite per tipologia, riportante l’indicazione della superficie e della dislocazione
·    Si specifica che relativamente al numero dei nuclei familiari suddivisi per via, vedasi il punto 2.2 della relazione;
·    Si specifica che nel paese non esistono condomini;
·  Si specifica che i documenti di gara sono stati approvati con Determinazione del Responsabile dei servizi n. 468 del 18.12.2013;
·         Relativamente al conto economico finanziario a giustificazione dell’importo posto a base di gara si specifica che l’importo posto a base di gara è stato determinato mediante un’analisi dei servizi ricompresi nel servizio. Tale documento elaborato ad esclusivo uso dell’ufficio, non è ricompreso tra gli atti costituenti il progetto guida e pertanto attualmente non si ritiene opportuno esternarlo.
·    La tipologia dei contenitori domiciliari già in dotazione dell’utenza per ciascun rifiuto, consistono in: n.1 contenitore vetro e lattine, n.1 contenitore plastica e n. 2 contenitori umido (grande e piccolo);
 
·     Si specifica che il numero di utenze svantaggiate rilevate ufficialmente dai servizi sociali, allo stato attuale ammontano a circa n. 10 unità;
si riportano, come richiesto, i seguenti dati relativi al personale in forza all’impresa attualmente incaricata del servizio:
 

nominativo Data ass. Tipo rapp. descrizione livello descrizione Descrizione %p.t. descrizione
B.P.P. 13.07.2005 Tempo indeteminato Netezza urbana 4A Operaio Add. Area conduzione / RSU DOMUSNOVAS
C.M. 21.08.2007 2A Add. Area spazzamento
G.P. 21.08.2007 2A Add. Area spazzamento
G.S. 21.08.2007 2A Add. Area spazzamento
M.A. 21.08.2007 3A Add. Area conduzione
P.S. 21.08.2007 4A Add. Area conduzione
C.F. 01.10.2012 1 Add. Area spazzamento

 

_____________________________________________________________________________________________________

Domanda 3

 

Nel modello 1 – istanza di partecipazione  - Requisiti generali e speciali – al punto V. DICHIARAZIONI INERENTI L’APPALTO, a pagina 6) si chiede di dichiarare di esser in possesso di attestazione (da produrre in originale), rilascita da un Comune, o Unione di Comuni o altri enti pubblici, con popolazione residente complessiva servita non inferiore a 7.000 (settemila) abitanti dalla quale possa evincersi in modo chiaro ed inequivocabile:
·    Che l’impresa partecipante all’appalto ha gestito in appalto servizi di raccolta differenziata dei rifiuti con il metodo “porta a porta” oggetto del presente appalto per almeno 18 mesi complessivi nel triennio 2010-2011-2012, in singoli comuni, associazioni di comuni e/o Enti Locali aventi complessivamente popolazione servita pari o superiore a 7.000 abitanti;
·    Che l’impresa partecipante all’appalto ha svolto gli stessi senza demerito o penalità;
·  Le percentuali di differenziazioni raggiunte nell’espletamento del servizio, sia massima che minima, in ciascun anno del triennio;
·    I singoli servizi gestiti in ciascun anno del triennio indicato.
Nel disciplinare di gara, all’articolo 1.5.2 Requisiti di Capacità Tecnico Professionale dell’Impresa, a pagina 4, si richiede di essere in possesso di attestazione (da produrre in originale), rilasciata da un Comune, o Unione di Comuni o altri Enti Pubblici, con popolazione residente complessiva servita non inferiore a 7.000 (settemila) abitanti dalla quale possa evincersi in modo chiaro ed inequivocabile:
·    Che l’impresa partecipante all’appalto ha gestito in appalto servizi di raccolta differenziata dei rifiuti con il metodo “porta a porta” oggetto del presente appalto per almeno 36 mesi complessivi nel triennio 2010-2011-2012, in singoli comuni, associazioni di comuni e/o Enti Locali aventi complessivamente popolazione servita pari o superiore a 7.000 abitanti;
·    Che l’impresa partecipante all’appalto ha svolto gli stessi senza demerito o penalità;
·    I singoli servizi gestiti in ciascun anno del triennio indicato.
 
Fra quanto riportato nel Modello 1 e quanto riportato nel Disciplinare di Gara vi sono delle discordanze e precisamente:
a)   Mentre nel Modello 1 si dichiara di aver svolto il servizio con il metodo pora a porta per 18 mesi, nel Disciplinare di Gara si richiede di aver effettuato il servizio in oggetto del presente appalto per 36 mesi;
b)   Mentre nel Modello 1 si dichiarano le percentuali di differenziazioni raggiunte nell’espletamento del servizio, sia massima che minima, in ciascun anno del triennio, nel Disciplinare di Gara nulla è richiesto.
A riguardo non è specificato quale periodo temporale della essere preso in considerazione per stabilire le varie percentuali minime o massime che siano (giorno, settimana, mese ecc.)
Si richiede pertanto di chiarire se prendere come riferimento quanto riportato nel Modello 1 o invece se quanto riportato nel Disciplinare di Gara.
Si chiede inoltre di chiarire, qualora fosse da tenere come riferimento quanto riportato nel Disciplinare di gara, quali correzioni/cancellazioni/aggiunte apportare al Modello 1.
Nel Modello 1 al punto V. Dichiarazioni inerenti l’Appalto, alla lettera i) ed alla lettera m), vengono indicati quali tre esercizi finanziari 2009-2010-2011, mentre nel disciplinare di Gara al paragrafo 1.5.2. Requisiti di Capacità Tecnico Professionale dell’Impresa, alla lettera e) a pagina 5 ed al paragrafo 1.5.3 Requisiti di Capacità Economica e Finanziaria dell’Impresa a pagina 6, vengono indicati quali esercizi finanziari il 2010-2011-2012.
Si richiede, pertanto, di chiarire se prendere come riferimento quanto riportato nel Modello 1 o invece quanto riportato nel Disciplinare di Gara.
Si richiede, inoltre, di chiarire, qualora fosse da tenere come riferimento quanto riportato nel Disciplinare di gara, quali  correzioni/cancellazioni/aggiunte apportare al Modello 1.
 

RISPOSTA 3

I requisiti richiesti per la partecipazione alla gara di cui trattasi sono esclusivamente quelli riportati nel disciplinare di gara, e precisamente :
·     Che l’impresa partecipante all’appalto ha gestito in appalto servizi di raccolta differenziata dei rifiuti con il metodo “porta a porta” oggetto del presente appalto per almeno 36 mesi complessivi nel triennio 2010-2011-2012, in singoli comuni, associazioni di comuni e/o Enti Locali aventi complessivamente popolazione servita pari o superiore a 7.000 abitanti;
 
Analogamente, come desunto ed esattamente riportato nel disciplinare di gara, nulla è richiesto in merito alle percentuali di differenziazioni raggiunte nell’espletamento del servizio, sia massima che minima, in ciascun anno del triennio,  e pertanto in subordine non è necessaria nessuna specifica sul periodo temporale da prendere in considerazione  (giorno, settimana, mese ecc.);
 
Infine anche il triennio 2009-2010-2011 erroneamente riportato nel Modello 1 al punto V. Dichiarazioni inerenti l’Appalto, alla lettera i) ed alla lettera m), deve intendersi il triennio 2010-2011-2012, coerentemente a quanto esattamente riportato nel disciplinare di Gara al paragrafo 1.5.2. Requisiti di Capacità Tecnico Professionale dell’Impresa, alla lettera e) a pagina 5 ed al paragrafo 1.5.3 Requisiti di Capacità Economica e Finanziaria dell’Impresa a pagina 6;
In conclusione, pertanto, si può desumere che, relativamente a quanto sopra esposto, dovrà farsi esclusivo riferimento a quanto richiesto e riportato nel Disciplinare di gara, provvedendo in subordine all’adeguamento dei vari modelli resi disponibili.
 

_____________________________________________________________________________________________________

Domanda 4

Nel disciplinare di gara, al Capitolo 5.1 Istanza di partecipazione e dichiarazioni in ordine al possesso dei requisiti, al punto VI) in ordine alle dichiarazioni inerenti l’appalto, alla lettera a), alla pagina 18), si fa riferimento al sopralluogo.
Si chiede di chiarire se sia esaustiva un’autodichiarazione, come indicato nel disciplinare di Gara e come riportato nell’allegato 1 – Modelli, o se sia necessario eseguire il sopralluogo previo appuntamento con la Stazione Appaltante alla presenza di un rappresentante  della stessa con rilascio di apposito attestato a riguardo.
 

RISPOSTA 4

Per la partecipazione alla gara di cui trattasi, non è stato previsto nessun sopralluogo congiunto alla Stazione Appaltante appositamente attestato. Il concorrente dovrà perciò fare riferimento a quanto riportato nel disciplinare di gara. 

Data ultimo aggiornamento dei dati: 14/02/2014 10:53
torna all'inizio del contenuto